Annunci di Lavoro

Miti e Leggende sul Caffè Decaffeinato

I Falsi Miti e le Leggende sul Caffè Decaffeinato

Già dalla sua nascita, nel 1905, il caffè decaffeinato è stato oggetto di numerose critiche, nonché di numerose leggende che sono sempre andate a discapito di questa ottima bevanda. In realtà, questi veri e propri miti che sminuiscono il reale valore del caffè decaffeinato nascono non dall'intenzione di mettere in cattiva luce questo prodotto, bensì da una generale disinformazione o da una cattiva informazione.
Ancora oggi, nonostante molti di questi miti siano stati ampiamente smentiti, sopravvivono ancora numerose leggende; vediamo allora quali sono le realtà da sapere sul caffè decaffeinato e quanta verità viene riportata dalle leggende che ancora accompagnano questo prodotto:

  • Iniziamo allora parlando del gusto, si dice infatti che il caffè decaffeinato non sia buono come il caffè normale. Questa affermazione farebbe infuriare qualsiasi esperto o produttore di caffè; infatti, come per il normale caffè, anche il gusto del decaffeinato dipende esclusivamente dalla qualità della miscela utilizzata. Quindi, se il caffè, che sia normale o decaffeinato, viene preparato con miscele di buona qualità il gusto resta invariato; basti pensare che, durante il processo di decaffeinizzazione , l'unica cosa di cui vengono privati i chicchi è appunto la caffeina, mentre gli aromi vengono lasciati intatti. Questa credenza deriva dal fatto che, in origine, essendo la richiesta di caffè decaffeinato estremamente bassa, questo veniva preparato utilizzando miscele di scarsa qualità.
  • Altro mito da sfatare è quello secondo il quale il caffè decaffeinato farebbe male in quanto determinerebbe un aumento del colesterolo LDL nel sangue. Diciamolo una volta per tutte: il caffè decaffeinato, in questo senso, non fa male. Recentemente, infatti, è stato dimostrato che non sarebbe il caffè decaffeinato in sé a causare l'aumento del colesterolo, bensì, la causa di questo, in realtà, deriva da un'eccessiva ebollizione del caffè.

  • La prossima smentita potrebbe, in apparenza, andare contro alla precedente, infatti, questa volta vogliamo smentire la voce secondo la quale il caffè decaffeinato 'fa bene'. Iniziamo con il dire che il caffè decaffeinato, come tutto del resto, può andare bene per alcune situazioni ma non per altre. Il caffè decaffeinato infatti, nonostante sia stato privato di gran parte delle cere e quindi risulti più leggero e digeribile rispetto al caffè normale, resta comunque off limits per alcune categorie di persone, ossia per chi soffre di problemi quali l'ulcera gastrica, l'ulcera duodenale o il reflusso esofageo. Questo perché alcuni composti che si sviluppano durante la torrefazione dei chicchi possono provocare delle secrezioni acide alquanto fastidiose. In ogni caso, anche a chi non avesse problemi di questo tipo, è comunque sconsigliato assumere il caffè, anche se decaffeinato, a stomaco vuoto o prima dei viaggi.